Forum CRISI D'IMPRESA E DELL'INSOLVENZA

Concordato in continuità e compensazione del credito iva

  • Giovanna Iovene

    TORRE DEL GRECO (NA)
    15/07/2019 20:27

    Concordato in continuità e compensazione del credito iva

    Buonasera,
    sono commissario giudiziale di una società che ha presentato un concordato in continuità che prevede il pagamento dei debiti tributari con compensazione del credito iva di € 3.200 mila. Dopo l'istanza presentata alla Direzione dell'Agenzia delle Entrate territorialmente competente, il funzionario che segue la pratica ha evidenziato le sue perplessità circa l'accoglimento della stessa in assenza della fideiussione.
    Si premette che la società non ha contenziosi tributari ma solo debiti scaturiti da imposte dichiarate e non versate per cui con la compensazione ex art 56 L.F. riuscirebbe a pagare tutti i debiti e resterebbe un credito iva a di circa 1.400.000.
    E' possibile escludere dal voto l'agenzia delle entrate e considerare la compensazione operativa anche in caso di diniego della transazione fiscale?

    • Stefano Andreani - Firenze
      Luca Corvi - Como

      01/08/2019 16:32

      RE: Concordato in continuità e compensazione del credito iva

      La rilevanza degli importi richiede la massima prudenza, ma in assenza di accertamenti in corso, non vediamo perchè non si debba considerare operante la compensazione ex art. 56 l.fall. e quindi ritenere l'Erario attualmente non creditore della procedura.

      Massima attenzione dovrà essere invece essere prestata in sede di utilizzo del credito residuo, dato che qualora in futuro dovessero emergere debiti fiscali ante procedura, anch'essi si compenseranno con il credito IVA in questione, che ne verrebbe quindi diminuito o addirittura azzerato; di conseguenza se lo si fosse utilizzato in compensazione ci si troverebbe ad aver utilizzato un credito in tutto o in parte inesistente.