Forum FALLIMENTI - CONCORDATO

votazioni

  • Elena Pompeo

    Salerno
    09/10/2019 17:41

    votazioni

    in un concordato in continuità, di cui sono il commissario, sono state previste 3 classi votanti di chirografi. nelle mie conclusioni io azzero diverse poste attive e concludo dicendo che i chirografari non prenderanno nulla ma vorrei portarli comunque al voto. il problema sorge per l'ultima classe dei privilegiati (comune) e la penultima (agenzia delle entrate) perchè il piano prevede per il comune il pagamento del 40% del dovuto in privilegio e la restante parte in chirografo e per l'agenzia delle entrate il 100% del pagamento. concludendo per l'azzeramento del credito del comune e l'abbattimento del credito dell'agenzia delle entrate questi devono votare? come deve essere considerato il loro voto? se dovessi abbattere anche la classe precedente (agenti di commercio) ai quali viene indicato il pagamento del 100% dell'importo questi devono votare e come andrebbe considerato il voto?

    • Zucchetti SG

      09/10/2019 19:21

      RE: votazioni


      Ci scusi, ma non riusciamo a comprendere la domanda. lLi parla di un concordato che prevede tre classi di votanti di chirografi, ma poi parla di classi di privilegiati che vengono pagati al 100%, che non dovrebbero votare né i loro crediti dovrebbero far parte del monte crediti su cui calcolare le maggioranze; non capiamo come questi creditori privilegiati siano ammessi al voto e perché siano inclusi in una classe e come mai parli di classi di chirografi e di privilegiati. Inoltre lei fa riferimento ad una classe che comprende il Comune, titolare di un credito privilegiato pagabile al 60%, per cui il 40% sarebbe in chirografo, ma non dice se è stata fatta la stima di cui all'art. 160 l.f. per pagare parzialmente il privilegiato né per quale importo passa al chirografo.
      Insomma dovrebbe avere la cortesia di spiegare meglio come è strutturata la proposta concordataria, altrimenti diventa impossibile dare una risposta. Grazie.
      Zucchetti SG srl

      • Elena Pompeo

        Salerno
        10/10/2019 09:27

        RE: RE: votazioni

        La proposta è strutturata in questo modo: pagamento integrale di tutti i privilegiati salvo il Comune che, ai sensi dell'ultimo comma del 160 lf rimarrebbe in ogni caso insoddisfatto. Per questo ultimo privilegiato (in ordine di gradazione) viene offerto il pagamento del 40% in privilegio e la restante parte viene derubricata in chirografo (terza classe al 8%). Vengono poi indicate 3 classi in chirografo con percentuali diverse.
        All'esito dei controlli della scrivente, dovendo abbattere alcune voci dell'attivo, non ritengo possibile nè il pagamento di alcun creditore chirografario nè il pagamento di alcuni privilegiati. Più nello specifico non ritengo che si potrà pagare nè il comune (neanche la parte indicata da pagare in privilegio) nè il creditore privilegiato agenzia delle entrate (ultimo creditore di grado privilegiato in gradazione e prima del comune) che non prenderà l'intero importo dovuto ed indicato nel piano come soddisfatto al 100%. i creditori chirografari li vorrei portare in ogni caso al voto e la domanda è la seguente: devono votare anche i privilegiati, ossia il comune e l'agenzia delle entrate?
        grazie

        • Zucchetti SG

          10/10/2019 19:47

          RE: RE: RE: votazioni

          Presumibilmente per il Comune è stata disposta la relazione del professionista di cui al secondo comma dell'art. 160 l.f., altrimenti il credito privilegiato deve essere pagato per intero e, una volta appurato che non saranno pagati neanche i privilegiati verrebbero meno le condizioni di ammissibilità, tale da giustificare la revoca del concordato. ai sensi del terzo comma dell'art. 173 l.f.. Se lei vuole comunque arrivare alla votazione, allo stato delle cose e prescindendo da altri problemi, il Comune dovrebbe votare solo per la parte ammessa in chirografo e l'Agenzia può votare rinunciando al privilegio.
          Zucchetti Sg srl