Forum FALLIMENTI - RIPARTI

RIPARTO COMPLETO CON AVANZO DI LIQUIDITA'

  • Barbara Puccianti

    LATINA
    11/06/2019 15:38

    RIPARTO COMPLETO CON AVANZO DI LIQUIDITA'

    Buon pomeriggio,
    gestisco una procedura aperta nel 1996 fallimento di srl. La fallita in bonis intraprendeva un giudizio di risarcimento danni nei confronti di un terzo; giudizio proseguito dalla Curatela e giunto ad esecuzione immobiliare dei beni del debitore che, ammesso alla conversione del debito, sta regolamentare pagando le rate.
    con le somme sinora incassate ho potuto predisporre il piano di riparto con integrale soddisfazione di tutti i creditori.
    Le mie domande sono:
    - una volta eseguito il piano di riparto e presentata quindi istanza per chiusura del FALLIMENTO, le somme che materialmente residuano vanno restituite alla società (in persona del legale rappresentante ..) oppure ai soci?
    - cosa accade alla procedura esecutiva che rimane comunque pendente in quanto il debitore non ha saldato completamente il suo debito e la società potrebbe avere interesse ad incassare le altre somme ...

    spero di aver esposto il tutto in modo chiaro. Grazie per il vostro aiuto.

    • Zucchetti SG

      11/06/2019 21:01

      RE: RIPARTO COMPLETO CON AVANZO DI LIQUIDITA'

      Essendo fallita la società, l'esubero dell'attivo, una volta soddisfatte le spese e tutti i creditori, va assegnato al fallito, ossia alla società e, per essa, al legale rappresentante della stessa.
      La chiusura del fallimento non incide sulla procedura esecutiva in quanto le uniche norme disciplinanti la vicenda successoria in corso di causa sono gli artt. 110 e 111 cpc, espressamente dettate per il processo di cognizione. Di conseguenza la perdita della capacità processuale del curatore a seguito della chiusura del fallimento non impedisce alla società fallita di continuare il giudizio esecutivo.
      Zucchetti SG srl