Forum FALLIMENTI - VARIE

calcolo compenso curatore speciale ex art. 78 c.p.c.

  • Roberto Marcianesi

    Milano
    19/02/2020 17:27

    calcolo compenso curatore speciale ex art. 78 c.p.c.

    Spett.le Fallco,
    vorrei sottoporVi il seguente quesito.
    A seguito della morte dell'amministratore unico di una società, per cui era stato presentato ricorso per la dichiarazione di fallimento, venivo nominato curatore speciale ex art. 78 c.p.c., ai fini della rappresentanza della società.
    Detta attività si concludeva con la dichiarazione di fallimento dell'anzidetta società, cui seguiva la nomina di un curatore.
    A seguito della ricezione della comunicazione ex art. 92 l.f., chiedevo al giudice delegato la liquidazione del mio compenso, ma lo stesso riferiva che avrei dovuto insinuarmi al passivo.
    Tuttavia senza un provvedimento di liquidazione ed essendo iscritto all'Ordine dei commercialisti, non saprei a che tariffe fare riferimento se non a quelle di cui al D.M n. 55/2014.
    Ritengo invece indubbio che il compenso abbia natura prededucibile, o che in alternativa vada ammesso in via privilegiata ex artt. 2755 e 2770 c.c.. E' corretto quest'ultimo ragionamento?
    Grazie, come sempre, per il prezioso aiuto che vorrete darmi.
    Dott.ssa Erika Marcianesi per il dott. Roberto Marcianesi

    • Zucchetti SG

      20/02/2020 18:51

      RE: calcolo compenso curatore speciale ex art. 78 c.p.c.

      In primo luogo deve rivolgersi al giudice che lo ha nominato come curatore speciale per la liquidazione del compenso. Ottenuto il provvedimento, può chiedere al curatore del fallimento il pagamento in prededuzione trattandosi di credito sorto in funzione della procedura fallimentare; qualora il curatore contesti la collocazione, lei deve insinuare il credito al passivo, chiedendo la prededuzione, e, in via subordinata, il privilegio per spese di giustizia; se il giudice non la riconosce e esclude la prededuzione, fare opposizione.
      Zucchetti SG Srl
    • Roberto Marcianesi

      Milano
      21/02/2020 11:51

      RE: calcolo compenso curatore speciale ex art. 78 c.p.c.

      Spett.le Fallco,
      ringrazio per la celere risposta, tuttavia - come detto, il giudice che mi ha nominato Curatore speciale, non ha provveduto a liquidare il compenso nonostante la mia richiesta, sostenendo che sia io stesso a dover richiedere un importo per l'attività ed insinuarmi al passivo che verrà poi esaminato dal curatore e del G.D..
      Chiedevo pertanto come calcolare detto compenso, a che tariffe devo fare riferimento?
      Grazie
      Cordiali saluti
      • Zucchetti SG

        21/02/2020 19:33

        RE: RE: calcolo compenso curatore speciale ex art. 78 c.p.c.

        La Cassazione (Cfr. Cass. 22/06/2006, n.14447) ritiene che il curatore speciale, nominato ai sensi dell'art. 78 ss. c.p.c., assume la veste di mandatario di coloro nel cui interesse è nominato e non quella di ausiliario del giudice.
        Da questa impostazione consegue che, per la liquidazione del compenso va fatto riferimento alle norme del codice civile che disciplinano il contratto di mandato (1703 e ss.) ed in particolare all'art. 1709 c.c. che pone il principio di presunzione di onerosità, stabilendo che la misura del compenso, se non è pattuita tra le parti, deve essere determinata in base alle tariffe professionali o agli usi ed in mancanza dal giudice.
        Nel suo caso, quindi, viche le viene chiesto di individuare lei il compenso, può fare riferimento alla tariffa professionale di appartenenza e gli organi fallimentari, verificatane la corretta applicazione in relazione all'attività effettivamente svolta, valuteranno se pagarlo in prededuzione o contestarlo. Era questa eventualità che volevamo evitare dicendole nella precedente risposta di farsi liquidare il compenso dal giudice che lo aveva nominato, ma non sapevamo che alla nomina avesse provveduto lo stesso giudice.
        Zucchetti SG srl