Forum FALLIMENTI - CHIUSURA PROCEDURA

Chiusura fallimento in caso di cause pendenti

  • Paolo Angelo Alloisio

    NOVI LIGURE (AL)
    23/01/2020 21:09

    Chiusura fallimento in caso di cause pendenti

    Come è noto, ai sensi dell'art. 118 comma 2 L.F. "(...)la chiusura della procedura di fallimento nel caso di cui al n. 3) non è impedita dalla pendenza di giudizi, rispetto ai quali il curatore può mantenere la legittimazione processuale, anche nei successivi stati e gradi del giudizio, ai sensi dell'articolo 43 (...)".
    Esistono casi di giudizi pendenti in cui questa norma NON si applica?
    Per esempio, in una causa di opposizione a decreto ingiuntivo promossa da un (presunto) debitore della società fallita quando questa era ancora in bonis e riassunta successivamente nei confronti del fallimento, la norma sopra richiamata si applica?
    La domanda può apparire un po' cretina (e forse lo è), ma mi pare di ricordare di aver letto, in passato, qualcosa di simile nel forum (ma, potrei anche ricordare male).
    Grazie
    Cordiali saluti
    Paolo Angelo Alloisio
    • Zucchetti SG

      24/01/2020 20:34

      RE: Chiusura fallimento in caso di cause pendenti

      Si, il fallimento può essere chiuso in via anticipata in pendenza della causa indicata, giacchè si tratta di una causa attiva per il fallimento; benchè, infatti, formalmente l'attore sembri essere l'opponente, questi è, in realtà, il convenuto al quale il soggetto poi fallito ha chiesto in via monitoria il pagamento di una somma; pertanto, il curatore, riassumendo l'opposizione, fa valere ai sensi dell'art. 43 l. fall. i diritti che competevano al fallito.
      Zucchetti SG srl