Forum ESECUZIONI - IL PIANO DI RIPARTO

creditori su più masse incapienti

  • Gabriella Giordano

    busto arsizio (VA)
    09/02/2022 10:45

    creditori su più masse incapienti

    Buongiorno, vorrei porre la seguente questione:
    ho più creditori chirografari verso due masse (due debitori diversi) e nessuna delle due è capiente.
    La prima cosa da fare, è distribure l'attivo della prima massa tra i creditori secondo la percentuale che risulterà dovuta.
    Il dubbio è sulla seconda massa.
    Devo distribuire l'attivo secondo il credito che risulta dopo la distribuzione della prima massa (in ipotesi 100 - 20 che è il ricavato dalla prima massa= 80), oppure il credito da inserire è sempre 100 ?
    Cambia qualcosa se i due debitori sono solidali verso uno dei creditori?
    Ringrazio per l'aiuto.
    • Zucchetti SG

      11/02/2022 20:10

      RE: creditori su più masse incapienti

      Rispondiamo all'interrogativo osservando che la distribuzione del ricavato deve essere concretamente eseguita, in caso di plurime masse su cui partecipano creditori diversi, in modo tale che venga rispettato il precetto di cui all'art. 2741 c.c., a norma del quale tutti i creditori concorrono in posizione paritetica sul patrimonio del creditore, salve le cause legittime di prelazione.
      Quindi, se un creditore partecipa su entrambe le masse (o su tutte le masse da formare) il suo credito dovrà essere imputato proporzionalmente a ciascuna di esse, in modo tale che gli altri creditori chirografari non siano pregiudicati dal fatto che quel creditore si sia soddisfatto in misura maggiore su una massa piuttosto che su un'altra.
      Ad esempio, se abbiamo un ricavato complessivo di 100, ottenuto per 20 dalla massa A, per 30 dalla massa B e per 50 dalla massa C, un creditore chirografario che abbia titolo su ciascuna di esse parteciperà nella misura del 20% de suo credito sulla massa A, nella misura del 30% sulla massa B e nella misura del 50% sulla massa C.
      Dunque, un creditore con un credito di 50, concorrerà per un importo massimo di 10 sulla massa A, 15 sulla massa B e 25 sulla massa C., salvo il diritto a percepire somme maggiori in caso di integrale soddisfacimento degli altri creditori concorrenti sulla medesima massa.
      Per restare all'esempio fatto, se il creditore può concorrere per 10 sulla massa A (pari a 20) ma il concorrente viene soddisfatto integralmente avendo un credito di 6, potrà percepire il restante 4.
      In questo modo gli altri creditori concorrenti subiranno un concorso che è proporzionale all'importo del patrimonio complessivamente liquidato.